La spedizione è gratuita per ordini a partire da 190€
Close
Come conservare le sementi per prato

Le sementi da prato se conservate nelle giuste condizioni possono germinare per almeno 2-3 anni dalla data di produzione, senza alcun problema per i risultati.

A partire dal secondo anno, soprattutto per sementi conservate ad alte temperature o in luoghi con forti sbalzi di temperature e umidità, sarà difficile ottenere lo stesso risultato di germinabilità di quando si procede utilizzando seme “fresco”. Per le sementi da prato ci si attende generalmente un decremento annuale del 10-20% nella germinabilità a partire dal secondo anno di immagazzinaggio e tale decremento si accentua se queste sono state conservate male.

Il seme vecchio è meno vigoroso e meno germinabile rispetto al seme fresco. È pur sempre materiale vivo, seppur dormiente, e come tale va incontro ad una diminuzione del grado di germinabilità e vitalità, diminuzione tanto maggiore quanto più il seme invecchia.

Non tutte le sementi sono uguali

Anche nell’invecchiare, non tutte le sementi sono uguali. Oltre che dal tempo trascorso dalla data di raccolta e produzione, la germinabilità delle sementi da prato varia anche in funzione della specie. Ad esempio, la poa pratense, grazie alla durezza ed impermeabilità dei tegumenti mantiene più a lungo la capacità di germinazione.
Anche il clima che c’è durante la maturazione del seme e il suo grado di umidità al momento della raccolta influenzano il livello di germinabilità delle sementi. Grande importanza però è da riservare alla qualità dell’immagazzinamento. Per questo motivo le nostre confezioni da 3 kg di sementi contengono tre singole confezioni da 1 kg affinché, se il seme acquistato non viene usato totalmente al momento della semina, potrà essere conservato bene con più facilità.

Come conservare il seme per prato

Una buona conservazione delle sementi è quindi fondamentale per assicurarsi buoni risultati. L’indicazione generale è quella di conservare il seme in un luogo fresco, asciutto, al riparo da forti sbalzi di temperatura e al riparo dalla luce diretta del sole. Il seme va conservato ben chiuso nella confezione originale o in un contenitore di vetro.

Una norma del tutto generale vuole che le migliori condizioni di conservazione dei semi siano a massimo 15-16 gradi e con un grado di umidità relativa inferiore al 50-60%. Eccessi di umidità in particolare possono esporre il seme all’attacco di funghi e muffe e quindi alla sua marcescenza o all’importante perdita di germinabilità.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *